Sicilia, gli 80 euro del governo Crocetta a due mesi dalle regionali: aumento di stipendio per 22mila forestali

Nell’estate dei roghi fuori controllo ecco un aumento di stipendio per i Forestali siciliani. Una misura che a meno di due mesi dalle regionali ha il netto sapore di una mancia elettorale. Anche perché la cifra è evocativa: i 22 mila Forestali siciliani, infatti, avranno un aumento medio di stipendio pari a 80 euro al mese. Dopo quelli di Matteo Renzi, dunque, ecco gli 80 euro di Rosario Crocetta. In più si parla di misure su infortuni e malattie e per la valorizzazione di professionalità particolari.

Sono i punti contenuti nell’ipotesi di accordo del contratto integrativo regionale dei Forestali siglato oggi da Flai Cgil, Fai Cisl, Uila Uil siciliane, con il Dipartimento sviluppo rurale e territorio e il Comando del corpo forestale. Il testo passerà adesso al vaglio della Giunta regionale per essere poi definitivamente sottoscritto dal governo Crocetta e dai sindacati. “Si tratta di un fatto storico perché si sblocca una situazione ferma da 16 anni, riallineando i salari con quelli dei Forestali del resto del Paese e garantendo importanti diritti”, dicono Alfio Mannino (Flai) e Nino Marino (Uila).

L’ultimo contratto integrativo dei Forestali risale infatti al 2001. “Nel nuovo contratto ci saranno tutele per le donne lavoratrici – aggiungono i segretari di Flai, Fai e Uila – in caso di infortunio o malattia il lavoratore non perderà la giornata e gli operai a tempo indetermi...

Leggere sul ilfattoquotidiano.it