Riparte Corporate America: 70 miliardi di nuovi investimenti

C’è già chi proclama l’avvento di una nuova era di re-industrializzazione dell’America. Altri, più cauti, preferiscono parlare d’un più aggressivo capitolo di reshoring, quel finora faticoso ritorno a casa che dal manifatturiero si estende a tecnologia e servizi sull’ondeggiare dei vantaggi competitivi nel mondo globale. Certo è che gli investimenti produttivi domestici incoraggiati prima dalla dottrina di America First e adesso dalla riforma delle tasse firmata da Donald Trump stanno prendendo corpo.

Con grandi aziende che si contendono annunci di nuovi impianti, nuove infrastrutture o nuovi servizi per miliardi di dollari - le stime provvisorie superano i 70 miliardi. Scelte che suggeriscono come i tagli delle aliquote aziendali al 21% (dal 35%), affiancati da incentivi al rimpatrio dall’estero di capitali fino a 2.600 miliardi, possano generare risorse da mobilitare per scommesse produttive e non solo finanziarie.

Leggere sul ilsole24ore.com