Di Maio: "Progetto ambizioso per rilanciare Alitalia"

“Stiamo lavorando a un progetto ambizioso non per salvare ma per rilanciare Alitalia”. Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio al termine dell’incontro al Mise con i sindacati per Alitalia. “Ragioniamo oltre la linea di galleggiamento”, ha aggiunto, annunciando che la dotazione a favore della nuova Alitalia sarà di “almeno due miliardi” e assicurando che “entro il 31 ottobre deve arrivare un'offerta vincolante e il nostro obiettivo è rispettare quella data”.

Il vicepremier non è apparso preoccupato dei possibili ostacoli da parte dell'Ue rispetto alle intenzioni del governo che vuole creare una newco con il Mef al 15% e Fs partner strategico: “L’interlocuzione che continuerà a esserci con la Commissione europea - ha detto - mira a far sì che una parte del prestito ponte diventi equity della new company. Significa che il governo può partecipare all’interno della nuova Alitalia non per piazzare gente, non per usarla come bancomat, ma per influenzare le politiche industriali di Alitalia nell’ottica delle politiche turistiche dell’Italia.

In ogni caso - ha aggiunto Di Maio - ricordiamoci che la Francia possiede il 18% di Air France”. Il ministro ha parlato al termine dell'incontro con i sindacati. Secondo quanto si apprende, Di Maio si è impegnato a elaborare entro ottobre un piano a lungo termine che permetta una tutela il più ampia possibile dell’occupazione. Di Maio si sareb...

Leggere sul agi.it