D'Alema: con Pisapia ci rivedremo, legge elettorale ignobile. Occhetto lo attacca: è un serial killer

Il Rosatellum è una legge elettorale «ignobile, assolutamente ignobile» che «dovrebbe suscitare un moto di rivolta tra i cittadini». È quanto ha detto Massimo D' Alema. L'ex premier ha definito la nuova legge elettorale «un'indecenza assoluta» che «porta anche al massimo di lacerazione nell'ambito del centrosinistra. Non so - ha aggiunto - chi abbia potuto ideare una legge così sgangherata e discutibile anche dal punto di vista costituzionale».

«Se Pisapia apre a Renzi, nega le cose che ha detto fino a ieri. È un problema di Pisapia con Pisapia, non con noi», ha continuato D'Alema. «Io divisivo? Io voglio dividere la sinistra dalla destra - ha aggiunto D' Alema -. La politica è confronto tra identità diverse e, se fossimo tutti uguali, sarebbe una noia tremenda». A chi gli ha chiesto se l'assemblea costituente a novembre verrà fatta anche senza Campo progressista, D' Alema ha risposto: «Io neanche ci sarò.

Sarò in Cina per un impegno di lavoro».

Leggere sul ilmessaggero.it