Borsa in leggero rialzo dopo il tonfo di Wall Street Spread a cavallo dei 300 punti Quanto ci costa lo spread

La Borsa prova il rimbalzo in apertura di giornata, dopo il tonfo di Wall Street, ma perde slancio già dopo un’ora. A Piazza Affari il Ftse Mib guadagna lo 0,2% a 19.414 punti. Girano in calo Cnh (-1,5%) e Tim (-1,1%). Lo spread tra il Btp e il Bund oscilla a cavallo dei 300 punti base con il rendimento del decennale italiano al 3,52% (qui, l’andamento dello spread: grafico).

In rosso anche Saipem (-0,8%) e Mediaset (-0,7%). Proseguono in rialzo le banche tra cui Intesa (+1,7%) e Banco Bpm (+1%). Fuori dal listino principale Carige (+6,5%) si mantiene tonica dopo il cda di giovedì. Ancora sospesa Astaldi con un rialzo teorico dell’11%.

In terreno positivo le Borse europee, aiutate dai segnali positivi provenienti dall’Asia, dove Tokyo ha chiuso in rialzo dello 0,46%. Giovedì Wall Street ha nuovamente terminato la sua corsa in rosso, a testimonianza che l’aumento dei tassi negli Usa continua a pesare negativamente. Tuttavia le piazze azionarie globali mostrano segni di reazione positiva (qui, le quotazioni degli indici in tempo reale).

Intanto il ministero dell’Economia e delle Finanze Giovanni Tria ha avuto in mattinata un bilaterale con il segretario al Tesoro americano Steven Mnuchin, a margine dell’assemblea annuale di Fmi/Banca Mondiale in corso a Bali,in Indonesia. Alla domanda su come fosse andato il faccia a faccia, Tria ha risposto «bene». Quanto ai temi trattati tra...

Leggere sul corriere.it