Roma

Autonomia, ostacoli dai ministeri: un mese in più per trattare

0 visualizzazioni

ROMA La dead line del 15 febbraio sarà formalmente rispettata. Ma la trattativa sull’autonomia di Veneto, Lombardia e Emilia Romagna proseguirà ancora. Probabilmente per un altro mese, fino al 15 marzo. Non tutti i nodi infatti, sono stati sciolti. A cominciare dal fatto che mancano i pareri del ministero dell’Economia.

E non è un dettaglio, visto che le tre Regioni del Nord chiedono di mantenere sul territorio più risorse attraverso una compartecipazione al gettito Irpef. Cosa accadrà allora venerdì? Il ministro Erika Stefani, presenterà in Consiglio dei ministri tre bozze di intesa, una per ognuna delle Regioni che ha chiesto poteri e competenze.