Roma

Televoto e giurie di esperti: è XFactor il modello giusto per Sanremo?

0 visualizzazioni

Sanremo, Claudio Baglioni, Virginia Raffaele, Claudio Bisio e Mahmood

Il Festival di Sanremo una volta chiuso si trascina dietro una polemica del tutto inedita: quella riguardo il regolamento, e in particolare circa la percentuale riservata al pubblico per la scelta del vincitore finale. Secondo molti, così come testimoniano gli innumerevoli messaggi lasciati dagli utenti sulle varie piattaforme social, il 50% è troppo poco e consegnerebbe la scelta finale nelle mani delle altre due giurie, quella d’onore (una volta “di qualità”) che possiede il 20% del potere sulle votazioni e quella dei giornalisti della sala stampa dell’Ariston, cui parere pesa al 30%.

Se il giudizio fosse rimasto infatti nelle mani del pubblico da casa, il giovane Mahmood, che aveva raccolto solo il 14% delle preferenze, probabilmente non solo non avrebbe vinto ma non sarebbe riuscito a ritagliarsi nemmeno un posto sul podio, così come, al contrario, per esempio, fosse dipeso dalle altre due giurie, i ragazzi del Volo, cui non-vittoria è stata festeggiata a lungo in sala stampa, sarebbero risultati decisamente lontani dallo sfiorare il primo posto.