Roma29°
La Lega festeggia in Bellerio, Giorgetti espone dalla finestra la statua di Alberto da Giussano4Foto© huffingtonpost.it

Salvini trionfa, bacia il rosario e ringrazia la Madonna. Non vuole poltrone ma l’agenda di governo la detta lui

0 visualizzazioni

A mezzanotte e mezzo, quando la Lega sfonda il muro del 33%, dalla finestra del primo piano di via Bellerio compare una statuetta di Alberto da Giussano, simbolo del Carroccio, e un uovo di Pasqua del Milan. Sullo sfondo c’è sorridente il sottosegretario Giancarlo Giorgetti. La festa nella sede storica del Carroccio, alla periferia di Milano, è appena iniziata: “Siamo il primo partito in Italia e il primo partito sovranista dell’Europa occidentale”.

Lo stato maggiore del Carroccio esulta, mangia e brinda, riunito nell’ufficio di Matteo Salvini, il quale poco dopo si presenta davanti alle telecamere, con un rosario in mano e come colui che adesso è l’azionista di maggioranza del governo, che detta l’agenda e i temi perché “così vogliono gli elettori”.