Roma14°

Golpe finanziario, cambia tutto: “Ci colpiranno a maggio”. Voci nella Lega, scenario terrificante

0 visualizzazioni

Nuove frontiere del "golpe finanziario". "Lo spread colpisce d'estate", aveva messo in guardia Giancarlo Giorgetti su Libero, qualche mese fa, ma ora il timore nella Lega e nel governo, rivela un retroscena del Corriere della Sera, è che la febbre sui titoli di Stato come profilato dal giudizio di Fitch (neutro per ora, ma negativo in prospettiva) si alzi terribilmente nelle prossime settimane e possa condizionare così il voto di maggio alle elezioni europee.

È quello l'appuntamento su cui Matteo Salvini sta scandendo l'azione di governo e la battaglia mediatica, consapevole che con un grande risultato a Strasburgo cambieranno i rapporti di forza in Europa e a Palazzo Chigi. Ma la spada di Damocle dei conti a rischio farebbe saltare tutti i piani. Lo scenario è complesso, c'entrano questioni interne ed internazionali.