Roma29°

Aiuti alla famiglia, Lega e M5S in battaglia sul miliardo che non c’è

0 visualizzazioni

Gli inciampi costituzionali del decreto sicurezza-bis e soprattutto i problemi di copertura del decreto famiglia hanno congelato il consiglio dei ministri che avrebbe dovuto approvarli. «Se ne parlerà la prossima settimana», hanno spiegato il premier Conte e i vicepremier. Ma non è solo l’incognita elettorale a suggerire che i tempi rischiano di essere più lunghi. Perché il miliardo chiamato a finanziare i provvedimenti per la famiglia voluti dai Cinque Stelle ha un problema: oggi, regole di finanza pubblica alla mano, quel miliardo non esiste.

La polemica nel governo sul punto rimane accesissima. Ieri mattina, intervistato da Radio24, il viceministro all’Economia Massimo Garavaglia ha detto che quei fondi serviranno nel 2020 nella difficile scalata alla montagna dell’Iva. «Il miliardo per la famiglia non si tocca», ha tuonato in risposta il leader M5S Di Maio. Ma più del dibattito politico, sono appunto le leggi del bilancio pubblico a indicare che in effetti è difficile toccarlo. Proprio perché per ora non esiste. Vediamo perché.